News ed Eventi

SETTEMBRE 2017

Voucher internazionalizzazione – contributi a PMI per consulenze su export

Al via le domande di accesso ai voucher per l'internazionalizzazione,

Il decreto prevede la concessione di contributi a fondo perduto in forma di voucher per l'acquisizione di consulenze, erogate esclusivamente da società di temporary export management attraverso la messa a disposizione di uno o più TEM.

Tali prestazioni di consulenza sono finalizzate a sostenere i processi di internazionalizzazione dei soggetti beneficiari, attraverso attività di:

  1. analisi e ricerche di mercato,
  2. individuazione e acquisizione di nuovi clienti,
  3. assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale,
  4. trasferimento di competenze specialistiche in materia di internazionalizzazione d'impresa.

I voucher sono destinati alle PMI che:

  1. siano in stato di attività a iscritte al registro delle imprese;
  2. risultino in regola con il versamento dei contributi previdenziali;
  3. abbiano conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a 500mila euro, con riferimento all'ultimo esercizio contabile chiuso (requisito non richiesto per le start-up innovative);
  4. non abbiano ricevuto, per le spese oggetto delle agevolazioni, altri contributi pubblici che si configurino come aiuti di Stato notificati ai sensi dell'art. 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea o comunicati ai sensi dei regolamenti della Commissione che dichiarano alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno, concessi per le medesime spese, inclusi quelli attribuiti sulla base del Regolamento de minimis;
  5. non siano destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell'art. 9, comma 2, del decreto legislativo n. 231 dell'8 giugno 2001.

Le PMI interessate possono richiedere una sola tra le due tipologie di voucher previste:

- contributi «voucher early stage», di importo pari a 10mila euro, a fronte di un contratto di servizio con la società di temporary export management di importo almeno pari, al netto dell'IVA, a 13mila euro;

- contributi «voucher advanced stage», di importo pari a 15mila euro, a fronte di un contratto di servizio di importo almeno pari, al netto dell'IVA, a 25mila euro.

Per assicurare un più efficace sostegno ai soggetti che richiedono il «voucher advanced stage», è prevista la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo, di importo pari a 15mila euro, in caso di presentazione di un progetto di internazionalizzazione, da realizzarsi anche con il concorso del TEM messo a disposizione dalla società di temporary export management, in grado di produrre ricadute positive sui volumi di vendita all'estero.

La fase di compilazione online delle domande da parte delle PMI si aprirà il 21 novembre 2017, mentre le richieste di voucher potranno essere presentate dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017e fino alle ore 16.00 del 1° dicembre 2017.

Le agevolazioni verranno concesse in base all'ordine cronologico di ricezione delle domande, nei limiti delle risorse disponibili e tenuto conto delle riserve finanziarie previste, entro 60 giorni dalla scadenza.

L'erogazione verrà effettuata in un'unica soluzione, a fronte della presentazione di titoli di spesa quietanzati.

Per saperne di più...

LUGLIO 2017

Siglato da Ancis l'accordo con Finanza per l'Impresa e con Cred.it S.p.A . L'Accordo permetterà ai nostri associati e partner di usufruire di condizioni vantaggiose per l'utilizzo dei servizi e dei prodotti di Credit S.p.A : 

  • Asseverazioni;
  • Attestazioni di capacità finanziaria;
  • Cauzioni per Appalti Pubblici;  
  • Fidejussioni e Cauzioni;
  • Cartolarizzazione dei crediti;

e di Finanza per l'Impresa:

  • Finanziamenti Agevolati 
  • Prestiti ad imprese start-up;
  • Riequilibri finanziari:
  • Finanziamenti destinati agli investimenti in impianti, acquisto, ampliamento o ammodernamento del laboratorio;
  • Finanziamento per acquisto o utlizzazione di macchine, attrezzi, automezzi, anche usati;
  • Finanziamenti per la costituzione di scorte di materie prime e prodotti finiti;
  • Affidamenti a breve e medio termine in tutte le forme;
  • Leasing;
  • Finanziamenti per impianti fotovoltaici, eolici e biogas;
  • Bond alle “Reti d’impresa”;
  • Mutuo per Ricerca ed Innovazione;
  • Start-up;
  • Crediti IVA;
  • Crediti Enti Pubblici.




Per saperne di più...

AGOSTO 2017

VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE – BANDO  MISE 2017/2018

A breve si riparte per la seconda edizione dei VOUCHER PER INTERNAZIONALIZZARE le  Imprese.

Il secondo bando del Ministero dello Sviluppo Economico per l'erogazione dei "Voucher Internazionalizzazione" per l'anno 2017-2018 è  all'esame della Corte dei Conti. L'ufficialità si avrà tra la fine di settembre e l'inizio dell'autunno

Grazie al successo ottenuto nella prima edizione il Mise ha finanziato la misura con una dote più sostanziosa (20 milioni di euro provenienti dal «piano di promozione straordinaria per il made in Italy», a cui si aggiungono 18 milioni di euro del «Pon imprese e Competitività 2014-2020» destinati alle regioni Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia) e con due diverse tipologie di contributo a fondo perduto (Voucher Early Stage o Voucher Advanced Stage).

I voucher sostengono processi di internazionalizzazione delle PMI, attraverso la concessione di contributi a fondo perduto in forma di «buoni», finalizzati alla fruizione di servizi di Temporary export manager (Tem), erogati da società fornitrici preventivamente selezionate.

Il contributo a fondo perduto erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico è riservato alle PMI (Spa, Srl o Reti d'Imprese), al fine di coprire una buona parte dei costi sostenuti in un percorso di apertura o rafforzamento della presenza internazionale (dalle spese di preparazione, di ricerca clienti, di contatto e di delocalizzazione).

La seconda edizione prevederà due le tipologie di voucher:

- i Voucher «Early Etage», di importo pari a 10 mila euro (8 mila per le imprese già beneficiarie della prima edizione del voucher), a fronte di un contratto di servizi di importo almeno pari, al netto dell'Iva, a 13 mila euro;

- i Voucher «Advanced Stage», di importo pari a 15 mila euro, a fronte di un contratto di servizi di importo almeno pari, al netto dell'Iva, a 25 mila euro. I beneficiari di questa tipologia di buono potranno veder incrementare il contributo di ulteriori 15 mila euro, a fronte della realizzazione di un progetto di internazionalizzazione, con ricadute immediate sui volumi di commercializzazione all'estero; questo progetto potrà essere realizzato anche col concorso del Tem messo a disposizione dalla società fornitrice. La percentuale di incremento di fatturato export ipotizzata per la concessione della premialità di cui sopra è pari al 20%. Il periodo di riferimento preso in esame è di 12 mesi decorrenti dal terzo mese di inserimento del Tem in azienda.

A beneficio dei nostri Associati interessati alcune società accreditate dal Ministero dello Sviluppo Economico possono offrire consulenza finanziaria sulla internazionalizzazione. A chi vuole aderire, suggeriremo una serie di azioni complementari alla presentazione della domanda che, in base alle regole attualmente in vigore, migliorano sensibilmente le possibilità di accesso ai contributi.

Per saperne di più...